Palazzo Taglieschi

Palazzo Taglieschi

Commissionato dalla famiglia Taglieschi nel 1437 l’edificio è composto di due corpi separati (ciò è dovuto alla creazione di questo dall’unione di case e torri medievali).
La parte più antica ha la facciata a conci di pietra con tracce architettoniche del XIV secolo alla quale furono aggiunte nel XV secolo finestre e decorazioni.
L’altra parte è quattrocentesca con portone decorato di bozze a due sporti.
L’edificio fu dimora delle più potenti famiglie anghiaresi: Angiolieri, Testi e Lisi, delle quali si possono trovare i vari stemmi.
Dopo aver accolto le famiglie più bisognose di Anghiari nel Dopoguerra, fu ristrutturato, cercando di ricreare l’atmosfera di una casa rinascimentale con i suoi caminetti e portali in pietra e poi trasformato in museo, secondo i desideri del proprietario, il sacerdote don Nilo Conti che con questo scopo lo aveva donato allo Stato nel 1959.

Pin It on Pinterest